La più bella del sesso forte

Miriam Leone - 1992 Megamix (Tutte le scene hot)

Primo piano sesso nel porno ass

Questo che stiamo per raccontarvi di comune accordo è un incesto realmente accaduto tra me e mia mamma la notte di capodanno Ci siamo decisi a scriverlo insieme dopo aver letto vari siti che parlavano di incesto per poter far leggere il nostro racconto in quanto di storie di incesto segrete ce ne sono davvero tante ma noi vogliamo rompere questo tabù e condividere la nostra storia con tutti voi.

Mia madre una donna di 44 anni, bellissima donna che cura moltissimo il suo fisico e poi era nata bella, mi piace moltissimo ed è ammirata da tutti. Lavoro in un grosso magazzino di ricambi e due volte la settimana ho il pomeriggio e la sera libera oltre ovviamente al sabato pomeriggio. Andiamo al racconto, un pomeriggio ero a casa a girarmi i la più bella del sesso forte, tutti i miei amici impegnati, mi sono messo a navigare su internet per ingannare il tempo. Il computer era già acceso, sicuramente la mamma si era dimenticata di spegnerlo, per puro caso entro nella cronologia e vedo che era entrata a navigare su siti con filmati porno, per la più bella del sesso forte ho pensato che la mamma si era dimenticata di cancellare la cronologia, ma anche io entro su questi siti ma la cronologia la cancello.

Scorro i siti porno visitati e vedo alcuni filmini dove delle donne si concedevano completamente a degli uomini offrendoli soprattutto il culo. Nel frattempo rientra la mamma che era andata con delle amiche a fare spesa. Sono eccitato, il mio cazzo la più bella del sesso forte vuole saperne di calmarsi. Cerco di togliere lo sguardo da lei, sto facendo pensieri troppo pericolosi e poi ho davanti la mia adorata mamma. Mi alzo e corro in dispensa ad aiutarla a sistemare la spesa e passando striscio il mio cazzo sopra il suo sedere, è stato involontario, aspetto una reazione, continuo ad aiutare e la più bella del sesso forte tanto con le braccia sfioro le sue mammelle.

Le do un bacio sulla guancia e sul collo dicendole che era bellissima la mia cara mammina e poi mi riaccomodo in salotto. Dopo la doccia ha indossato una gonnellina a fiori niente male, abbastanza corta e una maglietta a bretelle che mettevano in evidenza i bellissimi seni. Il giorno dopo al rientro dal lavoro, mia madre non è in casa, accendo subito il computer e vado a vedere la cronologia, mi accorgo che è entrata e che ha visitato gli stessi siti del giorno prima.

Pensavo a lei sempre di più, la stavo vedendo sempre più come donna e mi stavo ormai dimenticando che era mia madre. La sento rientrare e mi accomodo sul divano, la guardo ed è sempre più bella.

Ormai la desidero come donna, non volevo che finisse in braccia diverse dalle mie. Mentre la abbracciavo e la riempivo di bacetti anche sul collo, spingevo il mio cazzo durissimo sul suo culo per fargli sentire la consistenza e quanto mi piaceva.

Dopo cena ho rinunciato ad uscire, nella mia testa vi era lei, la mia stupenda mamma che volevo a tutti i costi, ma non volevo esagerare forzando la situazione. Vedi la vita che sto conducendo, non mi manca niente apparentemente, invece mi manca da morire un uomo, la più bella del sesso forte sento sola, per fortuna ci sono le amiche che mi distraggono.

Ci abbracciamo forte e io ne approfitto per riempirla sempre di bacetti e cercare la sua bocca. Sono riuscito ad arrivare con le mie labbra sopra le sue ma sono rimaste chiuse anche se non si è scostata ma le sue labbra sono rimaste sigillate.

Mentre la baciavo la accarezzavo ovunque, la schiena e anche le chiappe belle sode, mi aspettavo una reazione, invece ho potuto continuare ad accarezzare senza sentirmi rimproverare. Mi sono fatto più ardito e le carezze si sono trasformate in veri palpeggiamenti pieni di desiderio e lei era la più bella del sesso forte alle mie voglie e baci.

Avevo le mie labbra fisse sulle sue e con la lingua la invitavo ad aprirle, ma niente, si è un poi liberata di me andando a sedersi sul divano. La sera è proseguita con le carezze e i palpeggiamenti, soprattutto la più bella del sesso forte i complimenti che lei accettava sempre molto volentieri. Prima di andare a letto le ho chiesto se potevo farle compagnia durante la notte che mi avrebbe fatto piacere dormire nel suo lettone come quando ero piccolo ma lei capendo la situazione mi ha detto che era meglio stare soli.

La più bella del sesso forte questo punto avevo fatto tutti i tentativi possibili ma lei in maniera elegante si è sempre svincolata. Io mi avvicino e le do un bacio sulla guancia e lei sorpresa mi ha chiesto come mai ero già a casa. Sono andato in cucina per prepararmi un caffè mentre lei in camera sua a prepararsi per andare a comprare il pane e la frutta.

Lei esce dicendomi che sarebbe rientrata subito e io di corsa davanti al pc a curiosare e vedo che guarda sempre filmati porno. Dopo cena decido di diventare più ardito, mentre sistemava la cucina, mi sono avvicinato a lei e ho iniziato ad accarezzarla ovunque e a baciarla.

Con una mano ho iniziato a toccarle il culo spostando le mutandine, mi ha lasciato fare, anzi mi ha dato alcuni bacetti sulla guancia. Con un dito sono arrivato ad accarezzare il suo buchetto, mi sono abbassato le mutande e ho liberato il mio cazzo durissimo, le ho preso una mano e la ho messa sopra il mio cazzo, lei lo ha preso e lentamente mi stava facendo una sega. Con la mia bocca sono arrivato alle sue labbra e con la lingua ho spinto con forza fino a quando ha aperto quella bocca e le nostre lingue si sono finalmente incrociate.

Continuava a segarlo e io improvvisamente le ho preso la testa con forza per avvicinare il suo viso per farmelo succhiare. Ti prego mamma, scusami mi sono fatto trascinare dalla stupidaggine, ma non sentivo più nessun rumore.

Per due giorni non ci siamo parlati, finchè non arriva la fatidica notte di capodanno. La serata prosegue ed io la guardavo sempre affamato, lei mi veniva vicino e si strusciava verso di me ed il mio cazzo ormai era in preda al desiderio di scoparsela. Gli rispondo che si doveva concedere tutta, mi guarda e mi sorride. Entrati in macchina la guardo e lei mi dice andiamo a casa a divertirci ed inizia a baciarmi. Arrivati a casa iniziamo a baciarci ormai eravamo senza più freni arriviamo in camera da letto e iniziamo a spogliarci rimaniamo nudi e ci buttiamo sul letto io inizio a toccarla dappertutto e il cazzo mi diventa duro come un marmo, ci baciavamo come due innamorati le nostre lingue intrecciate.

Ormai io e mia mamma ci amiamo alla follia e siamo consapevoli di tutto questo ed abbiamo deciso che se va tutto bene la più bella del sesso forte voler un figlio insieme chi vivrà vedrà. Vi terremmo aggiornati. Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Sito web. Lascia un commento Annulla risposta Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Privacy e cookie Continuando a navigare nel nostro sitosei consapevole che il nostro sito utilizza i cookies.