Marito moglie ha reso schiava del sesso

SCHIAVA DEL PADRE PER 24 ANNI - GIANMARCO ZAGATO

Video di sesso Nonno con la nipote

E sono marito moglie ha reso schiava del sesso donna. Una donna matura, che non riesce a far meno del sesso e dei duri cazzi di qualche bel giovane ragazzo. Cosi mi devo arrangiare come posso, usando la fantasia e qualche bel attrezzo di lattice che mi riempie tutto il mio buchetto fradicio di voglia.

Ogni notte prima di addormentarmi Penso a quanto sarebbe bello se Luca entrasse in camera nudo col suo bastone in tiro e mi facesse sua per tutta la notte, mentre mio marito russa di fianco a noi. Immancabilmente comincio a toccarmi e più passano le notti più mi sento sempre più eccitata e vogliosa. Ho cominciato a girare per casa seminuda, indossando camicette con grosse scolature e gonne con ampi spacchi in modo da mettermi in mostra e ho notato che Luca mi guarda, molto attentamente.

Mi sono messa a spiarlo dal buco della serratura, e si masturba ogni volta. Ha un bellissimo cazzo molto grosso e lungo e le sue seghe sono interminabili ha una resistenza davvero notevole. Il più marito moglie ha reso schiava del sesso volte dopo che lui è venuto, in bagno entro e io mi sditalino pensando a Luca. Una sera eravamo in casa assieme. Mi marito era fuori coi suoi a giocare a carte, e Luca aveva preferito stare in casa a farmi compagnia.

Ora sono sue, e le usa ogni volta che va in bagno. IO ho addosso una canotta molto scollata e non porto il reggiseno. Prima mi sono stuzzicata i capezzoli e ora spingono duri e irti contro la stoffa bianca. E Luca ne è ipnotizzato, e una gonnellina leggera, che non copre praticamente nulla. Lo vedo che è eccitatissimo, ma decido di non far nulla. Anna vado a letto. In modo ceh lui mi possa vedere mi spoglio dando la schiena a Luca.

Spengo la luce e Luca si allontana. Passano si e no cinque minuti che è spinto a tornare a vedere cosa succede in stanza. Ho preso il mio grosso vibratore e mi sto fottendo in fica. E lui è li che si masturba. Lui non ha il coraggio di entrare, io vorrei chiamarlo, ma sento che non è il momento. Cosi entrambi veniamo da soli. Il giorno dopo, decido di fare la mai mossa, lascio il computer acceso, su un racconto erotico. Si siede e marito moglie ha reso schiava del sesso.

Oh, stai leggendo? Ti piace? Vuoi vederli con me? Visto che io ho i mie scopi, e mi marito moglie ha reso schiava del sesso già preparata tutti i racconti da fargli vedere vado subito marito moglie ha reso schiava del sesso quel piu forti, dove narrano di incesti tra nipoti e zie e madri e figli. Vuoi che non abbia mai visto un cazzo in vita mia?

Non avevamo più avuto occasione di parlare di quello che era successo. Lo vuoi Luca? Non si dice mai di no ad un cono vero? Non me la cavo male. Davvero se no non te lo direi. Sono bagnata. Ci guardiamo in faccia e scoppiamo ridere. LE tue parole mi riempiono di serenità. E pomeriggio… sai da quanto tempo non stringevo nel mio marito moglie ha reso schiava del sesso un cazzo in carne e ossa duro e voglioso, desideroso di sborrare sotto i miei colpi di mano?

E lunga, a portafoglio. Infila una mano nello spacco e si lancia alla scoperta del mio segreto modo nascosto. Mi sfilo al sua mano dalla gonna, mi sistemo meglio e lo prendo a masturbare. Lo lecco dalla base fino alla punta, poi prendo a giocare col suo filetto. Gli faccio passare la lingua su tutto il glande. Sei solo una schifosa troia. La mia troia. Di la verità chissà quanti cazzi hai già succhiato nei parcheggi prima del mio. Sono piena di lui, quasi non respiro, ma mi piace davvero tanto.

Un fiume di sborra gli esce dal cazzo e si riversa nella mia gola. Ho la certezza di soffocare, non riesco a mandarla giù tutta, è davvero tantissima. Ora che sono più libera bevo con facilità tutto il suo piacere, e me lo gusto per bene. Marito moglie ha reso schiava del sesso sto bevendo, mi chiedo se la tua sarà altrettanto gustosa Marito moglie ha reso schiava del sesso, Mi stendo sul mio sedile stravolta ed esausta.

Ho ancora le labbra e la guancia sporche dello sperma di Luca. Non credevo riuscissi a bere tutto. Sei veramente brava. Tu hai appena goduto e sei sollevato, ma io sto scoppiando dalla voglia, adesso sei tu che devi far godere la tua mammina.

Come la mamma ha fato godere te. La senti? Sono oscenamente divarica davanti a lui. Mi guarda mentre mi tocco le tette. Se qualcuno ci vedesse ora sarebbe la fine. In montagna ci consociamo tutti fra di noi. Pochi secondi dopo è già alle prese con la mia fichetta. Fa scorrere la punta della lingua sul solco delle grandi labbra. E io prendo a ansimare e a godere. Stringo le cosce contro le orecchie d Luca.

Ora tocca a lui affogare nella mia sborra. Ha ancora le labbra umide del mio miele. Mi butto su di lui in un bacio infocato. Gli sta tornado nuovamente duro, e io ho voglia di esser impalata da quel grosso bastone. Mi siedo sul water, mi inumidisco due dita e marito moglie ha reso schiava del sesso a toccarmi la passerina che è già un lago.

Prendo il mio vibratore me lo infilo tutto dentro, penso che non sia un pezzo di lattice ma il bel bastone marito moglie ha reso schiava del sesso Luca.

Lo sperma di Luca mi entra in bocca, mi cade fuori e scivola sulle guance, sulle tette, su tutto il corpo. Tolgo il finto cazzo e porto le mie avide mani sulla mia fichetta, le riempio del mio miele che poi mi cospargo su tutto il copro. Sono sporca dei miei umori e di quelli di Luca.

Mi infilo la camicia da notte e vado a dormire senza lavarmi. Luca mi aspetta fuori dal bagno, mi sorride, e mi parla a voce basa per non farsi sentire da Giorgio. Quasi non credo ai miei occhi.

Lu ha finito il discorso, io non posso aprire bocca. Ho la sua lingua che cerca freneticamente la mia. Mi è subito sopra, duro e voglioso, non aspetta un secondo. Me lo sento tutto dentro.

Apro le gambe per accoglierlo meglio. Spinge come un toro. Io mi sto già bagnando. Puzzi di troia stasera. Adesso non me ne frega un cazzo. Poco dopo, mi alzo per andare in bagno. Entro in bagno accosto la porta, spalanco marito moglie ha reso schiava del sesso cose in modo osceno e mi siedo sul bidè per lavarmi la fica.

Dopo poco tempo si apre la porta e entra al cesso Luca. Hai sentito come ho goduto? Mi struscia il cazzo duro sulla schiena e intanto mi abbraccia le tette palpandomele in modo molto deciso. Io non mi sto più pulendo la fica ma mi sto fottendo con tre dita. Sono eccitato come un toro… tu credi di aver goduto prima. Ma tu non ti concederai. Farai godere la tua mamma? Sono la sua puttana e mi piace.

Avvicino la lingua alle piastrelle catturo le gocce di sperma che stanno andando perdute candendo a terra.