Il sesso per ledilizia abitativa in linea

Narcisisti e sesso (soft spoken)

Ragazzo vuole amico del sesso

Utilizzo di tecnologie per lefficienza energetica e contabilizzazione individuale del calore Interventi penalmente rilevanti art. Interventi penalmente non rilevanti art. Il presente Regolamento Edilizio R. Il presente Regolamento, in coerenza agli strumenti della pianificazione territoriale ed agli atti di governo del territorio di cui agli artt.

Toscana n. Sono oggetto del presente Regolamento Edilizio anche le ulteriori funzioni amministrative di carattere locale che abbiano attinenza con lattivit edilizia in genere, con il decoro e ligiene urbana, con la tutela dei valori ambientali e architettonici e con lattivit di vigilanza relativi al territorio comunale. Il presente Regolamento contiene sia disposizioni di carattere obbligatorio, anche recepite dalla normativa nazionale e regionale, sia linee guida dirette ad orientare la progettazione e lesecuzione dellattivit edilizia e al conseguimento del decoro cittadino.

Regolamento Edilizio in particolare definisce: le definizioni edilizie, le disposizioni regolamentari sui procedimenti edilizi e sui procedimenti ad essi correlati; la documentazione di corredo ai progetti e le modalit di presentazioni; la composizione, funzione e competenze degli organismi consultivi comunali; le modalit di esecuzione dei lavori; le caratteristiche prestazionali cui devono rispondere le trasformazioni edilizie; le norme sul decoro urbano; le sanzioni per le violazioni delle norme del presente regolamento; le modalit di redazione degli aggiornamenti, delle modifiche e delle integrazioni al presente regolamento.

Il presente regolamento costituito dallarticolato, dalle appendici, dagli allegati e dalle schede, i quali costituiscono parte integrante e sostanziale del Regolamento stesso. Le prescrizioni del presente Regolamento Edilizio, nessuna esclusa, sono da intendersi fatti salvi ed impregiudicati i diritti di terzi.

Nel caso di disposizioni divergenti tra il Regolamento Edilizio e il Regolamento Urbanistico, prevale sempre questultimo anche se approvato anteriormente al primo. In il sesso per ledilizia abitativa in linea di disposizioni divergenti tra il presente Regolamento Edilizio e altri regolamenti comunali prevalgono questi ultimi, anche se approvati anteriormente al primo, in relazione alla loro specificit.

Le disposizioni del presente regolamento sono automaticamente sostituite dalle normative statali e regionali e dalle norme urbanistiche, approvate successivamente alla sua entrata in vigore, che intervengano sulle materie disciplinate dal regolamento stesso. Le norme del presente Regolamento non possono essere derogate, modificate o abrogate se non per disposizione espressa, con specifico riferimento alle singole disposizioni.

Le Schede, relative alla documentazione minima necessaria da presentare per i procedimenti di cui al Titolo 2. Capo 1. Le definizioni tecniche di cui il sesso per ledilizia abitativa in linea successivi commi del presente articolo integrano le definizioni di cui allart. Sono redatte in conformit al Regolamento di Attuazione dellart. In caso di aggiornamento delle disposizioni regionali, queste ultime prevalgono automaticamente sulle definizioni riportate qui di seguito.

Costituisce complesso edilizio linsieme di edifici, pertinenze e parti di uso comune, caratterizzato da autonomia funzionale obiettivamente riconoscibile. Costituisce edificio o fabbricato la costruzione stabile dotata di autonomia il sesso per ledilizia abitativa in linea e funzionale, costituita da una o pi unit immobiliari e da eventuali parti di uso comune.

Si considerano edifici unifamiliari, ai fini dellesenzione dalla quota di contributo relativo al costo di costruzione di cui allart. Qualora venga modificata la destinazione d'uso delledificio unifamiliare, il numero delle unit immobiliari ivi ricomprese, ovvero i requisiti il sesso per ledilizia abitativa in linea e dimensionali di cui il sesso per ledilizia abitativa in linea precedenti commi, entro i dieci anni successivi all'ultimazione dei lavori, gli oneri concessori saranno dovuti nella misura massima corrispondente alla nuova destinazione od al tipo d'intervento, determinata con riferimento, al momento dell'intervenuta variazione.

Costituisce unit immobiliare linsieme di locali e spazi tra loro collegati, avente autonomo accesso e indipendenza funzionale, capace di soddisfare autonomamente specifiche esigenze di utilizzo, siano esse di tipo residenziale o di tipo diverso dalla residenza.

Costituiscono parte integrante dellunit immobiliare le sue eventuali pertinenze o spazi accessori di uso esclusivo. Il dimensionamento di ciascuna unit immobiliare presuppone il rispetto delle disposizioni legislative e regolamentari riferite ai diversi tipi di utilizzo o di attivit da insediare.

Costituisce involucro edilizio la figura solida di inviluppo che delimita tutte le parti chiuse delledificio, comprese eventuali porzioni interrate, di qualsiasi destinazione e consistenza. Linvolucro edilizio delimitato nella parte superiore dallestradosso della copertura, comunque configurata, nelle parti laterali dal filo esterno delle pareti perimetrali delledificio, al lordo di eventuali bow-window e verande, nella parte inferiore il sesso per ledilizia abitativa in linea del piano di calpestio pi basso, ancorch parzialmente o totalmente interrato.

Non concorrono alla determinazione dellinvolucro edilizio: a. Costituisce sagoma la figura solida di inviluppo che delimita lingombro volumetrico nello spazio occupato da un edificio, escluse eventuali porzioni interrate. La sagoma delimitata nella parte superiore dallestradosso della copertura, comunque configurata, nelle parti laterali dal filo esterno delle pareti perimetrali delledificio fuori terra, compresi eventuali bowwindow e ballatoi in aggetto ed al lordo di spazi praticabili aperti quali logge, portici o porticati; nella parte inferiore dalla quota del terreno, del marciapiede o della pavimentazione, posti in aderenza alledificio.

Non concorrono alla determinazione della sagoma: a. Relativamente alla determinazione della quota del piano di campagna in aderenza alledificio - e alla conseguente individuazione delle sue porzioni interrate - non rileva la presenza puntuale di manufatti di accesso a locali interrati quali scale esterne o rampe; b. Non costituiscono modifiche della sagoma: le eventuali modeste rotazioni o traslazioni delledificio o manufatto rispetto allarea di sedime assentita; l'installazione di infissi vetrati per la realizzazione di verande, ove ricavate delimitando con infissi vetrati, parzialmente o totalmente apribili, spazi accessori quali una loggia o portico, una terrazza o parte di essa, un balcone sottostante o meno ad altro balcone o sporto di grondauna il sesso per ledilizia abitativa in linea direttamente il sesso per ledilizia abitativa in linea da una unit immobiliare, o parte di essa.

Costituisce lotto urbanistico di riferimento, la porzione di terreno la cui relazione qualificata con un edificio o complesso edilizio, esistente o da realizzare, assume rilevanza ai fini dellapplicazione delle previsioni contenute negli strumenti ed atti comunali. Il lotto urbanistico di riferimento comprende larea di sedime delledificio o complesso edilizio ed i relativi spazi di pertinenza; possono farne parte anche eventuali porzioni di terreno ubicate nelle immediate vicinanze, purch funzionalmente correlate a titolo permanente alledificio o complesso edilizio medesimo.

Ai fini dellindividuazione del lotto urbanistico di riferimento assumono rilevanza elementi quali: - la destinazione dei suoli definita dai vigenti strumenti e atti comunali; - per gli edifici di recente il sesso per ledilizia abitativa in linea, la porzione di superficie fondiaria Sf originariamente presa a riferimento per ledificazione e per il calcolo delle dotazioni di parcheggio per la sosta stanziale, quale risulta da atti abilitativi di natura urbanistico-edilizia; - per gli edifici di origine non recente, la posizione catastale del fabbricato alla data di adozione dello strumento urbanistico, oppure, in mancanza, quella desumibile dal catasto dimpianto o dalla documentazione maggiormente risalente nel tempo tra quella disponibile.

Costituisce area di sedime limpronta a terra della sagoma delledificio o manufatto edilizio. Il perimetro dellarea di sedime pertanto delimitato dal filo esterno delle pareti perimetrali delledificio o manufatto edilizioal lordo di spazi praticabili aperti quali logge, portici o porticati, nonch di eventuali tettoie poste in aderenza alledificio medesimo, ove obiettivamente autonome dal punto di vista morfologico o strutturale e come tali aventi sagoma distinta.

Sono esclusi dal perimetro dellarea di sedime: a. Per dotazioni di parcheggio per la sosta stanziale si intendono i quantitativi minimi di aree per parcheggio il sesso per ledilizia abitativa in linea uso privato, comprensive dei relativi spazi di manovra, da reperirsi in relazione a specifiche categorie di intervento edilizio o mutamento della destinazione duso degli organismi edilizi in conformit alle norme statali e regionali.

La misura minima di tali dotazioni definita dallart. Per dotazioni di parcheggio per la sosta di relazione si intendono i quantitativi minimi di aree per parcheggio ad uso privato, comprensive dei relativi spazi di manovra, da reperirsi in relazione alla creazione o ampliamento, anche mediante mutamento della destinazione duso, di esercizi commerciali, di esercizi di somministrazione di alimenti e bevande aperti al pubblico, o di altre attivit ad essi assimilate dalla disciplina della distribuzione e localizzazione delle funzioni approvata dal comune ai sensi dellarticolo 58 della legge regionale 3 gennaion 1 Norme per il governo del territorio.

La misura minima di tali dotazioni definita ai sensi della legge regionale 7 febbraio n. Testo unico in materia di commercio in sede fissa, su aree pubbliche, somministrazione di alimenti e bevande, vendita di stampa quotidiana e periodica e distribuzione di carburanti e del relativo regolamento di attuazione, con riferimento alla superficie di vendita dei singoli esercizi, oppure, se superiore, da specifiche disposizioni contenute in strumenti, atti o norme regolamentari comunali.

Per dotazioni di parcheggio pubblico si intendono i quantitativi minimi di aree per parcheggi pubblici o ad uso pubblico, comprensive dei relativi spazi di manovra, da reperirsi e localizzarsi in sede di formazione del regolamento urbanistico, oppure, salva diversa disposizione del medesimo, in sede di formazione il sesso per ledilizia abitativa in linea piani attuativi in esso previsti.

La misura minima di tali il sesso per ledilizia abitativa in linea definita dal D. Costituisce incremento del carico urbanistico laumento della sollecitazione prodotta dalle trasformazioni al sistema insediativo in termini di domanda di dotazioni territoriali, infrastrutture, attrezzature e spazi pubblici o di interesse pubblico.

Si ha comunque incremento di carico urbanistico in caso di: a. Distribuzione e localizzazione delle funzioni; d. Costituiscono elementi costitutivi o di corredo delle costruzioni gli elementi definiti ai successivi commi del presente articolo redatto in conformit al Regolamento di attuazione dellart.

Per abbaino si intende il volume tecnico appositamente configurato e dimensionato per consentire laccesso alla copertura, piana o inclinata. Le aperture in esso collocate possono concorre alla verifica dei requisiti igienico-sanitari dei locali e spazi sottotetto. Non sono identificabili come abbaini le porzioni di copertura in contropendenza finalizzate allilluminazione ed areazione di spazi o locali posti al piano sottotetto. Per balcone si intende una struttura edilizia a sviluppo orizzontale, aperta e praticabile, posta in aggetto rispetto alla sagoma delledificio, munita di ringhiera o di parapetto, direttamente accessibile dallunit immobiliare o comunque di uso privato esclusivo, nonch priva di autonoma copertura, salva la parziale Per ballatoio si intende lo spazio praticabile di uso comune finalizzato a distribuire laccesso a pi unit immobiliari, configurato come elemento a sviluppo orizzontale compreso entro il filo delle pareti perimetrali esterne delledificio, o posto in aggetto alle medesime.

Il ballatoio concorre alla determinazione della sagoma delledificio anche ove configurato come spazio aperto delimitato da semplice ringhiera o il sesso per ledilizia abitativa in linea. Se provvisto di tamponamenti esterni, il ballatoio concorre altres alla determinazione dellinvolucro edilizio. Per bow-window si intende la porzione finestrata di un locale, anche con sviluppo su pi piani, sporgente dal filo delle pareti perimetrali esterne di un edificio.

Per cantine o scantinati si intendono locali accessori, totalmente o prevalentemente interrati, generalmente adibiti ad uso di ricovero o ripostiglio di oggetti, merci o materiali, e comunque sprovvisti di requisiti e dotazioni atti a consentire la permanenza ancorch saltuaria di persone. Per copertura si intende la delimitazione superiore di un edificio, o di altro manufatto edilizio comunque denominato provvisto o meno di tamponamenti laterali, atta ad assicurare protezione dagli agenti atmosferici.

Essa costituita da una struttura portante e da un manto superficiale esterno e comprende anche gli eventuali strati di coibentazione e di impermeabilizzazione interposti tra i medesimi. Essa assume diverse denominazioni in ragione della sua configurazione strutturale e morfotipologica oppure in relazione al materiale usato per la struttura o per il manto superficiale.

Per intercapedini si intendono gli spazi variamente configurati delimitati da strutture portanti, pareti, pannellature fisse o controsoffitti, ed aventi esclusiva funzione igienico-sanitaria, finalizzata alla salubrit, al comfort igrometrico o alla climatizzazione dei locali delledificio, oppure esclusiva funzione tecnologica, finalizzata allalloggiamento di tubazioni o impianti.

Laccessibilit alle intercapedini limitata alle sole operazioni di ispezione e manutenzione. Sono da considerarsi intercapedini spazi quali scannafossi, gattaiolati, cavedi, colonne per la ventilazione di locali tecnici o vani accessori, camini del vento, sottotetti non praticabili. Per intradosso si intende il piano di imposta di strutture monolitiche quali solette o solai, il sesso per ledilizia abitativa in linea, nel caso di strutture composte quali quelle in legno o assimilabili, il piano di imposta dellorditura secondaria con interasse non superiore a cm.

Ai fini dellindividuazione dellintradosso non rileva la presenza di eventuali controsoffitti, n leventuale maggior spessore dellorditura principale. Per loggia o portico si intende uno spazio praticabile coperto, aperto sul fronte esterno su uno o pi lati talora scanditi da pilastri o colonne, direttamente accessibile dallunit immobiliare e comunque ad uso privato esclusivo.

Laddove non collocati al piano terreno la loggia o il portico sono di norma delimitati da un parapetto o da una ringhiera. Le logge ed i portici, pur non facendo parte dellinvolucro edilizio, concorre alla determinazione della sagoma delledificio. Per parti condominiali o di uso comune si intendono i locali o spazi variamente configurati non afferenti in via il sesso per ledilizia abitativa in linea a singole unit immobiliari, quali ad esempio porticati privati, androni dingresso, scale e vani ascensore condominiali, passaggi coperti carrabili o pedonali, ballatoi, autorimesse collettive, lavatoi comuni, cabine idriche, centrali termiche condominiali, chiostrine, cortili interni.

Per pensilina si intende una struttura accessoria di copertura, realizzata con materiali durevoli, posta in aggetto alle pareti perimetrali esterne di un edificio e priva di montanti verticali di sostegno. Per pertinenza si intende un manufatto di carattere accessorio che, pur conservando una propria individualit ed autonomia, destinato in modo durevole al servizio di edifici esistenti al fine di renderne pi agevole o funzionale il sesso per ledilizia abitativa in linea, e che presenti i seguenti requisiti: a modesta dimensione planivolumetrica rispetto al manufatto principale; b ubicazione nell'area di sedime del fabbricato principale; c assenza di carico urbanistico; d caratteristiche tipologiche che ne garantiscano il requisito di accessoriet; e insuscettibilit di utilizzo separato ed indipendente; f incapacit di produrre reddito proprio.

I requisiti di cui sopra devono essere coesistenti. Rientrano nella nozione di pertinenza le opere aventi la sola funzione di accrescere il valore e l'utilit del bene principale, in quanto insuscettibili di produrre un proprio reddito senza subire modificazioni fisiche. Le caratteristiche tipologiche del manufatto devono essere tali da garantire l'utilizzo del bene stesso al servizio durevole del bene principale. Per piano o locale fuori terra si intende il piano il sesso per ledilizia abitativa in linea, o il singolo locale, il cui livello di calpestio sia collocato in ogni sua parte ad una quota superiore a quella del terreno, del marciapiede o della pavimentazione, posti in aderenza alledificio medesimo.

Per piano o locale interrato si intende il piano delledificio, o singolo locale, il cui soffitto, misurato allintradosso, risulti in ogni sua parte ad una quota pari o inferiore a quella del terreno, del marciapiede, della pavimentazione, nonch di eventuali rampe o scale esterne, posti in aderenza alledificio medesimo. In caso di manufatti isolati, oppure di locali in tutto o in parte esterni allarea di sedime delledificio cui afferiscono, si considerano interrati solo i locali, o parti di essi, il cui estradosso di copertura non fuoriesca dalla quota del terreno, del marciapiede o della pavimentazione posti in aderenza alledificio medesimo.

Per piano o locale seminterrato o parzialmente interrato si intende il piano delledificio o il singolo locale, posto ad una quota intermedia rispetto ai piani o locali fuori terra o a quelli interrati. Si considerano prevalentemente interrati i piani o i locali seminterrati la cui volumetria, misurata al lordo delle pareti perimetrali esterne, sia in prevalenza collocata al di sotto della quota del terreno, del marciapiede, della pavimentazione, nonch di eventuali rampe o scale esterne, posti in aderenza alledificio medesimo.

Per piano sottotetto si intende il piano posto immediatamente sotto la copertura, comunque configurata, delimitato inferiormente da un solaio praticabile ed utilizzabile per spazi o locali destinati alla permanenza continuativa di persone, se provvisto di idonei requisiti igienico-sanitari, oppure per spazi o locali accessori, se sprovvisto dei suddetti requisiti.

I sottotetti non praticabili delimitati inferiormente da controsoffitti o elementi consimili, aventi esclusiva funzione igienico-sanitaria o tecnologica, sono da considerarsi intercapedini. Per porticato si intende uno spazio coperto situato al piano il sesso per ledilizia abitativa in linea o ad altro livello di accesso alledificio, scandito da colonne o pilastri, aperto lungo il perimetro esterno delledificio, o verso spazi pertinenziali interni, e costituente spazio di uso condominiale o comune, oppure pubblico o asservito ad uso pubblico.

Non fanno parte del porticato le eventuali porzioni delimitate da pareti, infissi o altri elementi suscettibili di determinare vani chiusi.

Il porticato, pur non facendo parte dellinvolucro edilizio, concorre alla determinazione della sagoma delledificio. Per serra solare si intende lelemento di architettura bioclimatica dalle caratteristiche obiettivamente distinti da quelle delle comuni verande costituito da una serra vera e propria finalizzata ad introitare la radiazione solare coadiuvando nella stagione invernale il riscaldamento degli edifici o dellunit immobiliare. La serra solare deve essere posta in condizioni ottimali di irraggiamento e schermata allirraggiamento durante la stagione estiva, per evitare il surriscaldamento dei locali contigui.

La specifica finalit del risparmio energetico certificata nella documentazione tecnica di progetto, nella quale quantificata, attraverso i necessari calcoli energetici, la riduzione dei consumi di combustile fossile per il riscaldamento invernale. La serra solare costituisce volume tecnico e non pu essere destinata alla permanenza continuativa di persone, n dotata a tal fine di climatizzazione artificiale.

Essa concorre alla determinazione dellinvolucro edilizio e della sagoma delledificio. Per soppalco si intende la struttura orizzontale praticabile con il sesso per ledilizia abitativa in linea quale viene ricavata, allinterno di un locale principale di idonea altezza, un quantitativo aggiuntivo di superficie utile abitabile o agibile Suaovvero di superficie non residenziale o accessoria Snr. Il soppalco ha almeno un lato aperto sul locale principale nel quale collocato.

Per terrazza si intende un ripiano orizzontale esterno aperto e praticabile, delimitato da un parapetto o da una ringhiera, realizzato a copertura di parti delledificio, direttamente accessibile da ununit immobiliare o da parti condominiali o di uso comune. Laddove assolva in tutto o in parte alla funzione di copertura principale delledificio o di parti di esso la terrazza assume, secondo le diverse configurazioni, la denominazione di lastrico solare o di terrazza a tasca. Per tettoia si intende una costruzione o struttura sorretta da pilastri, o altri elementi strutturali puntiformi, prevalentemente o totalmente priva di tamponamenti esterni e provvista di una copertura capace di offrire stabilmente riparo dagli agenti atmosferici.

Adibita ad usi accessori ad unattivit principale di riferimento, ovvero alla fruizione protetta di spazi pertinenziali, la tettoia pu essere: a libera su tutti i lati; b libera su due o tre lati e, per i restanti, posta in aderenza ad un fabbricato principale, dal quale pu avere anche accesso diretto.