Sesso con gli asiatici negli esseri umani

I 10 VIDEO PIU' HOT SU YOUTUBE

Sesso orale con un pesce

Le ibridazioni tra essere umani arcaici e moderni sono i possibili incroci avvenuti tra l' Homo sapiensl'uomo di Neanderthall' Homo di Denisova e altri esseri umani arcaici. Ulteriori analisi non comparative del DNA avrebbero individuato, all'interno del corredo genetico dei popoli d'Africa, un ridotto apporto genetico derivante da un'arcaica popolazione ominide, oramai estinta. Attraverso il sequenziamento dell'intero genoma, una bozza del della sequenza del genoma di Neanderthal ha rivelato che i Neanderthal condividono più alleli con le popolazioni eurasiatiche ad esempio francesicinesi Hane papuani che con le popolazioni dell' Africa sub-sahariana ad esempio, Yoruba e San.

Secondo lo studio, tale distinzione è dovuta al recente flusso genico dai Neanderthal all'uomo moderno dopo che quest'ultimo è uscito dall'Africa. Hanno anche scoperto che la componente di Neanderthal negli esseri umani moderni non africani era più legato al Neanderthal di Mezmaiskaya Caucaso piuttosto che al Neanderthal di Altai Siberia o il Neanderthal di Vindija Croazia. Studi recenti hanno mostrato una percentuale di DNA di origine Neanderthal più alta tra gli asiatici orientali che tra gli europei.

Uno studio ha scoperto che i nordafricani hanno una percentuale di genoma ereditato dai Neanderthal compresa tra quella degli eurasiatici più alta e quella dei negroidi subsahariani più bassa. Nordafricani meridionali aventi una maggiore ascendenza negroide subsahariana presentano infatti percentuali più basse di genoma Neanderthal rispetto ai nordafricani mediterranei. Un piccolo ma significante Sesso con gli asiatici negli esseri umani dei Neanderthal è stato rilevato tra i Maasaiun popolo dell' Africa orientale.

In concomitanza con testimonianze archeologiche e fossili, si pensa che il flusso genico si sia verificato in qualche parte occidentale dell'Eurasia, forse nel Medio Oriente. Nessuna evidenza di DNA mitocondriale Neanderthal è stata trovata negli esseri umani moderni. Un'altra ipotesi suggerisce che gli Homo neanderthalensis di sesso femminile e gli Homo sapiens di sesso maschile non avrebbero potuto produrre prole fertile.

Recenti studi hanno trovato inoltre la presenza di grandi regioni genomiche con un Sesso con gli asiatici negli esseri umani di Neanderthal fortemente ridotto negli esseri umani moderni a causa della selezione negativa [3] [8]in parte causato dall' infertilità degli ibridi maschi.

I geni che influenzano la cheratina sono risultati essere stati introgressi dagli uomini di Neanderthal negli esseri umani moderni presenti tra caucasoidi e mongoloidiil che suggerisce che questi geni hanno fornito un adattamento morfologico della pelle e dei capelli nell'uomo moderno in ambienti non africani. In uno studio deli ricercatori hanno trovato un'introgressione relativa a 18 geni di Neanderthal - molti dei quali legati all'adattamento ai raggi Sesso con gli asiatici negli esseri umani - all'interno della regione del cromosoma 3p Secondo uno studio deli resti di sepoltura risalenti all'inizio del Paleolitico superiore di un bambino di 4 anni ad Abrigo do Lagar Velho Portogallo mostra tratti ibridi Neanderthal e umani moderni.

Considerando la datazione dei resti di sepoltura risalenti a anni fa e la persistenza di tratti Neanderthal molto tempo dopo il periodo di transizione dall'uomo di Neanderthal a una popolazione umana moderna in Iberia - anni faè stato suggerito che il bambino potrebbe essere stato un discendente di una popolazione già fortemente mescolata.

Come è possibile notare dalla mandibola di Oase 1, c'è stato un cambiamento craniofacciale apparentemente significativo nei primi uomini moderni, o per lo meno in quelli europei, a causa di un certo grado di mescolanza con i Neanderthal.

Queste caratteristiche includono una grande larghezza interorbitale, arcate sopraccigliari relativamente piatte, un occipite prominente, una fossa mandibolare asimmetrica e piccola, un processo coronoideo alto e relativamente perpendicolare al condilo mandibolaree una stretta cavità glenoidea della scapola. Uno studio del ha rilevato che i primi esseri umani moderni europei risalenti a più di anni fa e i successivi Gravettiani del medio Paleolitico superiore, pur essendo anatomicamente in gran parte in linea con i primi umani moderni africani del Paleolitico medio, avevano anche tratti tipicamente Neanderthal, suggerendo che una sola origine umana moderna del Paleolitico medio è improbabile per i primi esseri umani moderni europei.

Nel marzonuovi dati sulla mascella Neanderthal del riparo di Mezzena nei Monti Lessini hanno Sesso con gli asiatici negli esseri umani possibili incroci negli ultimi Neanderthal italiani. La mascella più precisamente un residuo del corpo della mandibola rientra nella gamma morfologica degli esseri umani moderni, ma mostra anche forti somiglianze con alcuni degli Sesso con gli asiatici negli esseri umani esemplari di Neanderthal, indicando un cambiamento nella tarda morfologia dei Neanderthal forse a causa di incroci con gli esseri umani moderni.

Il ritrovamento rappresenta la prima prova fossile del periodo in cui gli esseri umani moderni migrarono con successo dall' Africa e colonizzarono l' Eurasia. Inoltre fornisce la prima prova fossile che gli esseri umani moderni abitarono il Levante meridionale durante il Paleolitico medio e superiore, contemporaneamente all'uomo di Neanderthal e vicino al probabile evento di incrocio.

Uno studio del ha dimostrato che i melanesiani ad esempio, i nativi della Papua Nuova Guinea e dell' isola di Bougainville condividono relativamente più alleli con l' uomo di Denisova rispetto ad altri eurasiatici e africani studiati. Nelun altro studio ha confermato che la più alta presenza di genoma denisoviano si trova nelle popolazioni dell' Oceaniaseguite da molte popolazioni del sudest asiaticoma non nelle popolazioni asiatiche orientali.

È stato anche osservato che la quantità di corredo genetico australoide negli asiatici sudorientali è proporzionale alla commistione denisoviana, tranne nelle Filippinedove vi è un contributo denisoviano superiore a quello australoide. È stato dimostrato che gli eurasiatici hanno un po' di materiale genetico, sebbene di gran lunga meno arcaico rispetto a quello delle popolazioni citate finora, che si sovrappone a quello denisoviano. I resti scheletrici di uno dei primi Homo sapiens rinvenuto nella grotta di Tianyuan vicino a Zhoukoudianin Cina e risalente a anni fa ha confermato un contributo neanderthaliano tra gli eurasiatici di oggi, ma non ha mostrato alcun contributo denisoviano discernibile.

Uno studio ha scoperto che una variante del gene EPAS1 è stata introdotta dai Denisova agli esseri umani moderni. Il rapido deterioramento dei fossili negli ambienti africani ha reso attualmente irrealizzabile confrontare la commistione degli umani moderni con i campioni di riferimento di ominidi africani più arcaici.

Dopo un'indagine sugli aplotipi introgressivi nelle popolazioni sub-sahariane, è stato suggerito che l'ibridazione è avvenuta con ominidi arcaici che forse un tempo abitavano l' Africa centrale. Neli ricercatori hanno studiato le sequenze dell'intero genoma ad alta copertura di quindici sub-sahariani maschi cacciatori-raccoglitori appartenenti a tre gruppi - cinque Pigmei tre BiakaSesso con gli asiatici negli esseri umani Bedzane un Bakola dal Cameruncinque Hadza e cinque Sandawe dalla Tanzania - trovando segni che gli antenati dei cacciatori-raccoglitori Sesso con gli asiatici negli esseri umani incrociarono con una o più popolazioni umane arcaiche [33]probabilmente più di Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Questa voce o sezione sull'argomento antropologia non cita le fonti necessarie o quelle presenti sono insufficienti. Puoi migliorare questa voce aggiungendo citazioni da fonti attendibili secondo le linee guida sull'uso delle fonti. Questa sezione è ancora vuota. Aiutaci a scriverla! Green, Johannes Krause e Adrian W.

URL consultato il 24 settembre URL consultato il 5 ottobre Wall, Melinda A. Vallender, Evidence that the adaptive allele of the brain size gene microcephalin introgressed into Homo sapiens from an archaic Homo lineagein Proceedings of the National Academy of Sciences of the United States of Americavol.

URL consultato il 15 gennaio URL consultato il 9 ottobre Cooper e C. URL consultato il 12 ottobre URL consultato il 23 settembre Hammer, August E. Woerner e Fernando L. Portale Antropologia : accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antropologia.

Categoria : Ominidi. Categorie nascoste: Senza fonti - antropologia Senza fonti - agosto Aggiungere sezioni - argomento sconosciuto. Menu di navigazione Strumenti personali Accesso non effettuato discussioni contributi registrati entra.

Namespace Voce Discussione. Sesso con gli asiatici negli esseri umani Leggi Modifica Modifica wikitesto Cronologia. Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo ; possono applicarsi condizioni ulteriori. Vedi le condizioni d'uso per i dettagli.