La coercizione sessuale e lumiliazione

Ecco i segnali per individuare un narcisista nei rapporti sessuali

Cintura di sesso e la castità

La coercizione sessuale e lumiliazione Villa dAgri Pz tel. Senza via di scampo. Gli stupri nelle guerre mondiali rappresenta, indubbiamente, un lavoro di ricerca originale e meritevole di at- tenzione. Il suo autore, la coercizione sessuale e lumiliazione nuovo ad una storiografia di genere, dopo Amiche e compagne. Donne e politica in Basilicata nel dopoguerra si cimenta in un appassionato studio su scenari nazionali e internazionali, svelando un panorama su cui solo da pochissimo la coercizione sessuale e lumiliazione alcuni storici si sono inoltrati.

Raccontare oggi gli stupri avvenuti durante il primo e il secon- do conflitto mondiale da parte di diversi la coercizione sessuale e lumiliazione significa, non solo stimolare la riflessione sulla necessit della pace, ma anche accendere i riflettori sul ruolo della donna nella guerra e, in gene- re, dei soggetti deboli di fronte alla crudelt della violenza. La coercizione sessuale e lumiliazione recenti episodi della Bosnia e del Rwanda hanno sconvolto lopinione publbica, ponendo con forza il problema dello stupro usato come macchina da guerra.

Solo da poco tempo come ri- corda Michele Strazza - i 15 membri la coercizione sessuale e lumiliazione Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite hanno approvato la risoluzione n. Senza titolo-15 6 Si deve dare atto alla CRPO di aver avviato, con queste pubbli- cazioni, un importante dibattito che, partendo dalla storia della donna anche in Basilicata, pone al variegato universo femminile questioni fondamentali per una rinnovata ricerca di un diverso protagonismo nella politica e nella societ lucana.

In questa azione la Presidenza del Consiglio Regionale, da la coercizione sessuale e lumiliazione pre sensibile a tali tematiche, assicurer il suo appoggio e la vici- nanza dellintera Istituzione.

Fenomeni di questo genere, che la coercizione sessuale e lumiliazione esistono da sempre, trovano terreno fertile e diventano ancora pi frequenti quando si praticano e si diffondono comportamenti che prescindono da tutti quei Valori che dovrebbero caratterizzare lagire quotidia- no dei soggetti che, nel loro complesso, hanno responsabilit di guida e di esempio. La solidariet, luguaglianza, i diritti umani, la pari dignit, il valore delle diversit, il senso civico, il rispetto dellaltro resta- no la coercizione sessuale e lumiliazione vuote se pensiamo a una societ che valorizza lindivi- dualismo e il profitto e lascia indietro le fragilitamplificando le distanze e le differenze per praticare quasi una sorta di preme- ditata selezione.

La ricerca e lanalisi storica del fenomeno della violenza con- la coercizione sessuale e lumiliazione le donne possono aiutarci nella comprensione e possono es- sere strumenti di conoscenza di pezzi di storia non raccontati e poco approfonditi.

La violenza inaudita usata contro le donne durante le guer- re stata, per esempio, a lungo sottaciuta; eppure le donne sono state imprigionate, torturate, violentate e usate come schiave.

Per troppo tempo la violenza sessuale sulle donne stata persino tol- lerata come uno degli inevitabili mali durante i conflitti. Lo stupro di massa durante le guerre stato utilizzato come vero strumento di pulizia etnica, ma la violenza sessuale contro le donne in periodo di conflitti stata scarsamente regolamentata Senza titolo-17 8 e le poche regole non sono state quasi mai fatte valere.

Nel con larticolo 27 della Quarta Convenzione di Gi- nevra stato fatto il primo tentativo per mettere al bando lo stu- pro. Considerato reato solo perch offesa allonore delle donne e non come vero e proprio crimine di guerra.

Si comprende bene che le norme considerate ingiuste in tem- po di guerra erano dettate dallesperienza maschile e hanno ri- portato inevitabilmente una visione di parte del problema. Solo recentemente, neli 15 membri de Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite hanno approvato la risoluzione n. La Commissione Regionale per la Parit e le Pari Opportu- nit tra Uomo e Donna della Basilicata ha voluto promuovere la pubblicazione di questo volume per diffondere la conoscenza di accadimenti storici che hanno riguardato e riguardano donne la- sciate sole e senza tutele per troppi anni.

Questa ricerca dimostra, la coercizione sessuale e lumiliazione ancora ce ne fosse bisogno, che la presenza e il punto di vista delle donne, in tutti gli ambiti di direzione e decisione politica e sociale, sono ineludibili se si vo- gliono evitare o quantomeno arginare comportamenti che non con- siderano a pieno la necessaria tutela della diversit di genere.

Un ringraziamento particolare va allautore del volume, Michele Strazza, che ancora una volta dimostra grande sensibili- t rispetto alle tematiche di genere e mette a disposizione il suo lavoro volontario per aiutarci a diffondere la conoscenza. Lunico riferimento in merito era contenuto nellart. Lonore e i diritti della famiglia, la vita degli individui e la propriet privata, al pari delle convinzioni religiose e dellesercizio dei culti, devono es- sere la coercizione sessuale e lumiliazione.

Tale impostazione maschilista si ritrovava nella successiva Convenzione dellAia delche emendava la precedente, il cui art.

Alla fine della Seconda Guerra Mondiale il Tribunale di Norimberga che si occup dei criminali nazisti ignor del tutto lo stupro e le altre forme di abuso sessuale, nonostante le numerose testimonianze ascoltate 1.

Tali crimini, infatti, non erano contemplati nella Carta del tri- bunale militare internazionale che prevedeva solo i crimini contro la pace, i crimini di guerra e i crimini contro lumanit art. Sul processo di Norimberga si veda, tra gli altri, Mayda G. Per la documentazione del processo di Norimberga cfr.

Senonch la coercizione sessuale e lumiliazione tesi veniva meno di fronte ad una definizione degli stessi crimini contro luma- nit, distinta fortemente da quelli di guerra ed interpretati in ma- niera troppo restrittiva. Difatti, lart. Con tale impostazione, dunque, il tribunale non rivolse alcuna attenzione ai crimini sessuali non considerandoli crimini contro lumanit.

Lunico tentativo di creare un atto di accusa che inclu- desse la violenza sessuale fu fatto dal Pubblico Ministero sovieti- co il quale, senza successo, cerc di la coercizione sessuale e lumiliazione che i numerosissimi stupri perpetrati sul territorio russo fossero inseriti in un preciso schema la coercizione sessuale e lumiliazione annientamento nazista 2. Una impostazione simile la si ritrova nella Carta dellaltro tri- bunale internazionale, quello di Tokyo International Military Tribunal for the Far Eastistituito su decisione unilaterale ame- ricana per giudicare i criminali giapponesi.

Anche lart. Ma, mentre a Norimberga non furono formulati capi daccusa in cui fosse conpreso lo stupro, diversamente avvenne a Tokyo per il processo sulloccupazione della citt cinese di Nanchino di cui parleremo diffusamente in seguito.

Probabilmente anche per la presenza di tre donne nellufficio del pubblico ministero, tale 2 Brownmiller S. Senza titolo-110 11 procedimento vide linclusione dello stupro negli atti daccusa. Si parl, infatti, di stupri, e crudelt barbariche rape, and other barbaric cruelties la coercizione sessuale e lumiliazione.

Comunque in questi primi tribunali penali internazionali i cri- mini di genere come lo stupro ebbero poco o quasi nessun spa- zio. Del resto le regole di queste corti vennero redatte da uomini e per essi lo stupro dovette apparire meno importante di altri cri- mini.

Le donne, inoltre, non erano direttamente coinvolte nelle guerre pur essendo, insieme ai bambini, lanello pi debole delle vittime di guerra. Lo stupro fece una breve apparizione, invece, nella competen- za giurisdizionale dei tribunali istituiti in Germania durante loc- cupazione delle potenze alleate per giudicare i c. Tra i crimini contro lumanit vennero, infatti, compresi: Atrocit commesse, incluse ma non limitate a omici- dio, sterminio, schiavit, deportazione, segregazione, tortura, stu- pro, o altri atti inumani commessi contro un popolo 4.

Come si vede, la coercizione sessuale e lumiliazione finalmente eliminata la connessione tra i crimini contro lumanit e quelli di guerra e contro la pace. Lo stupro, inoltre, veniva espressamente previsto come crimine con- tro lumanit. Tuttavia, restando fermo il concetto di crimine rivolto ad un popolo, loperativit dellinclusione dello stupro allinterno degli atti contro la coercizione sessuale e lumiliazione risultava fortemente ridotta per cui, alla fine, non vi fu alcuna imputazione per crimini sessuali 5.

Anche in oriente, persino prima del processo di Tokio, vennero istituite dagli americani speciali commissioni per giudicare crimi- nali di guerra giapponesi. II c della Control Council Law 20 dicembren. In segui- to, per, le pene erogate furono ridotte, mentre i provvedimenti di perdono e scomputo pena per buona condotta fecero il resto. Lamnistia generale del mise, poi, una pietra tombale anche su queste responsabilit.

Senza titolo-111 12 In una di esse il 7 dicembre venne condannato a morte sentenza poi commutata in ergastolo il generale Yamashita, co- mandante delle forze armate nipponiche nelle Filippine, per non essere stato in grado la coercizione sessuale e lumiliazione impedire alle proprie truppe di commette- re brutali atrocit e altri crimini di pari gravit brutal atrocities and other high crimestra cui luccisione e il maltrattamento di Nel verdetto finale, pur rimarcando il concetto di responsabili- t penale personale, si afferm che davanti a diffusi crimini come lomicidio e lo stupro sui quali il comandante non aveva fatto al- cun tentativo di indagine e controllo, questultimo ben poteva es- sere ritenuto responsabile, anche penalmente, delle azioni dei pro- pri soldati: It is absurdto consider a commander a murderer or rapist because one of his soldiers commits a murder or a rape.

Nevrtheless, where murde and rape and vicious, revengeful actions are widespread offences, and there is no effective attempt by a commander to discover and control the criminal acts, such a com- mander may be held responsible, even criminally liable, for the lawless acts of his troops 7. Ritornando alla normativa internazionale, il 12 agosto furono firmate le quattro Convenzioni di Ginevra 8. La prima Convenzione riguardava il trattamento dei prigionieri di guerra, la seconda la sorte dei feriti e malati delle Forze armate in campagna, mentre la terza la sorte dei feriti, dei malati e dei naufraghi delle Forze armate sul mare.

Pertanto lunica tutela delle donne avrebbe potuto trovare spazio solo in quanto membri delle forze armate 9. Sulle Convenzioni di Ginevra e sul successivo cammino del diritto internazionale si veda la coercizione sessuale e lumiliazione Cassese A. Innanzitutto il documento internazionale, nelle Disposizioni generali del Titolo I, stabiliva allart.

La disposizione citata proseguiva vietando, sempre nei confronti delle persone che non partecipa va no direttamente alle ostilit, tutta una serie di comportamenti come le violenze contro la vita e lintegrit corporale, gli oltraggi alla dignit personale, specialmente i trattamenti umilianti e degradanti.

Ma era nellart. La norma, collocata nella Sezione I del Titolo III attinente alle Disposizioni comuni per i territori delle Parti belligeranti e i territori occupati, cos recitava: Le donne saranno specialmente protette contro qualsiasi offesa al loro onore e, in particolare, contro lo stupro, la coercizione alla prostituzione e qualsiasi offesa al pudore.

Ma, come si nota, tale protezione era accordata dalla disposizione solo in quanto tali comportamenti avessero costituito attack on their honour, cio attacco allonore delle donne, utilizzando una costruzione sociologica e giuridica del tutto insufficiente e non ritenendo le violazioni grave breaches delle Convenzioni L8 giugno del venivano firmati, sempre a Ginevra, i due Protocolli aggiuntivi alle quattro Convenzioni relativi alla protezione delle vittime dei conflitti armati la coercizione sessuale e lumiliazione e interni 10 Sulla questione cfr.

De Stefani P. Il caso dei crimini contro le donne, in Research Paper, n. La rubrica dellart. La disposizione statuiva che le donne dovevano essere oggetto di un particolare rispetto ed essere protette specialmente contro la violenza carnale, la prostituzione e ogni altra forma di offesa al pudore Women shall be the object of special respect and shall be pro- tected in particular against rape, forced prostitution and any other form of indecent assault. Naturalmente, anche qui, il riferimento ad ogni altra forma di la coercizione sessuale e lumiliazione al pudore indicava una interpretazione riduttiva delle violenze sessuali, protette solo in quanto offesa al pudore.

Il concetto veniva ribadito nel secondo Protocollo aggiuntivo dove, al comma 1 dellart. Nonostante tutto questo, i lavori della commissione nominata dallONU gi nel per la redazione di una bozza di codice sui crimini contro la pace e la sicurezza dellumanit non approd a nulla di rilevante. Sviluppi recenti Arriviamo, cos, ai primi anni Novanta quando i conflitti dellex Iugoslavia e del Rwanda riproponevano i problemi, ivi compreso quello dello stupro come arma di guerra.

Senza titolo-114 15 Luso sistematico di tale strumento in Bosnia sulle donne di religione mussulmana ed il numero elevatissimo delle violenze sessuali registrato in Rwanda risvegliarono la comunit internazionale dal suo comodo torpore, rilevando lutilizzo dello stupro non pi e solo come bottino di guerra e danno collaterale ma nel suo enorme potenziale distruttivo bellico e, se perpetrato su unetnia, come macchina di genocidio La realizzazione in Bosnia, poi, dei rape camps, ossia di la coercizione sessuale e lumiliazione di stupro dove le donne, imprigionate spesso in interi appartamenti, venivano ripetutamente violentate dai militari e rese schiave, ha fatto inorridire il mondo intero.

Molte, addirittura, furono costrette a portare avanti le proprie gravidanze fino a quando laborto non fosse stato pi possibile. In Rwanda nei circa giorni di violenza vennero registrati dai In particolare si doveva occupare dei seguenti reati: gravi infrazioni alle Convenzioni di Ginevra delcrimini contro lumanit, genocidio, violazioni delle consuetudini e delle leggi di guerra.

Il primo processo venne celebrato nel giugno del e si concluse con la condanna di otto militari e ufficiali della polizia 12 Per levoluzione del concetto di stupro cfr. Betti M.

La Corte aveva il compito di giudicare i responsabili del genocidio ruandese e di altre gravi forme di violazione dei diritti umani commessi in Rwanda e la coercizione sessuale e lumiliazione Stati confinanti nel gennaio del Lo statuto del primo organismo giurisdizionale citava in modo espresso lo stupro fra i crimini contro lumanit mentre la carta del Tribunale di Arusha rivendicava la propria competenza a giu- dicare stupro, prostituzione forzata e ogni forma la coercizione sessuale e lumiliazione aggressione sessuale.

Nei procedimenti giudiziari presso tali corti lo stupro venne a pi riprese riconosciuto come atto di tortura e crimine di guerra oltre che come strumento di genocidioe modo per umiliare e degradare le vittime.

In particolare, nella sentenza dell I. Il 17 luglio venne finalmente approvato dalla Conferenza diplomatica di Roma lo statuto della nuova Corte Penale Internazionale che per, per mancanza di ratifiche sufficienti, al non risultava la coercizione sessuale e lumiliazione entrato in vigore. In tale statuto, peraltro, si parlava per la prima volta di gravidanza forzata, utilizzando una definizione che la collegava 14 Altre tre risoluzioni successive stabilirono: la sede di Arusha n.

Per lo statuto del tribunale e il testo delle principali risoluzioni Onu cfr. Anche lo statuto di questa corte prevedeva i crimini di natura sessuale nel novero dei crimini contro lumanit, menzionando lesigenza dellequilibrio di sesso nella stessa competenza e composizione del tribunale. Anche nel documento finale del World Summit compariva una risoluzione nella quale si riaffermava leliminazione di tutte le forme di violenza contro le donne e le ragazze, comprese la fine dellimpunit e la necessaria protezione delle popolazioni civili, in particolare di donne e ragazze, nei conflitti armati e nelle situazioni post la coercizione sessuale e lumiliazione.

Recentemente, infine, il 19 giugnoi 15 membri del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite approvavano la risoluzione n. Quello che tutti dovrebbero sapere, Contrasto Internazionale,p. Senza titolo-1 la coercizione sessuale e lumiliazione, 17 18 La risoluzione, dunque: 1. Sottolinea il fatto che la violenza sessuale, laddove praticata o incitata come tattica di guerra allo scopo di colpire in modo deliberato i civili o come parte di attacchi sistematici contro le popolazioni civili, pu esacerbare in modo significativo le situazioni di conflitto armato e impedire il ripristino di condizioni di pace e di sicurezza.

Chiede a tutte le parti coinvolte nei conflitti armati di far cessare immediatamente e del tutto ogni atto di violenza sessuale contro i civili. Chiede che la coercizione sessuale e lumiliazione le parti coinvolte in conflitti armati prendano imme- diate misure per proteggere le popolazioni civili, incluse le donne e le la coercizione sessuale e lumiliazione, contro ogni forma di violenza sessuale, adottando adeguate misure disciplinari nei confronti dei militari, sostenendo il principio della responsabilit di comando, laddestramento delle truppe sul divieto categorico di ogni forma di violenza sessuale contro i civili, depotenziando i miti che sono allorigine della violenza sessuale, esaminando attentamente il comportamento delle forze armate e delle forze di sicurezza con riferimento ai passati casi di stupro e ad altre forme di violenza sessuale e sullevacuazione di donne e di bambini a rischio imminente di violenza sessuale.

Ma la parte pi esplicita del documento la si ritrova nel comma 4 quando si osserva che lo stupro e le altre forme di violenza sessuale possono rappresentare un crimine di guerra, un crimine contro lumanit o comunque un atto che afferisce al genocidio, sottolineando, altres, la necessit di escludere i crimini per violenza sessuale dalle disposizioni di amnistia nellambito dei processi per la risoluzione dei conflitti.

Rivolgendosi agli Stati membri, poi, il Consiglio di Sicurezza li invita ad onorare i propri impegni e le proprie responsabilit, pro- cedendo contro le persone responsabili di tali atti e assicurando alle vittime di violenza sessuale, in modo particolare alle donne e alle ragazze, una uguale protezione legale e un uguale accesso alla giustizia.

Senza titolo-118 19 Il genocidio armeno Prima di esaminare la violenza sessuale praticata nel primo conflitto mondiale dobbiamo accennare, seppur brevemente, agli stupri perpetrati durante il genocidio del popolo armeno voluto e pianificato dal governo turco La deportazione e lo sterminio del popolo armeno ha conse- gnato alla Storia la visione di massacri ed atrocit.