Un sentimento in un primo momento il sesso negli uomini

Il Gladiatore - Mi chiamo Massimo Decimo Meridio

Macchina del sesso porno libero di guardare in alta qualità gratis

Complicazioni erotico-affettive un sentimento in un primo momento il sesso negli uomini maschile. Si dice che le donne sono complicate, ma gli uomini di certo non lo sono di meno. In particolare se ci riferiamo al sesso e ai sentimenti. In che modalità e quantità dipende dalla natura di ogni soggetto maschile, diversa per ciascuno, ma che presenta pattern comuni, pressoché innati e radicati nel contesto psicoculturale maschile.

La pratica clinica della psicoterapia, e quindi i colloqui intimi con gli uomini, conferma una volta di più le paure esistenziali ed ataviche che gli uomini hanno verso il femminile. Ma a prescindere da questioni socioculturali, gli uomini per maturare devono fare i conti con dinamiche inconsce contraddittorie e complessuali che vedono nelle donne un oggetto del desiderio ambiguo e inaffidabilee quindi strutturano reazioni un sentimento in un primo momento il sesso negli uomini e affettive che possono diventare problematiche e disturbanti.

Qui come abbiamo detto ci occupiamo del mondo interiore dei maschi, abitato da fantasie e fantasmi che generano varie forme di sofferenza nella relazione sessuale e amorosa. Ecco allora che un uomo vede nel femminile qualcosa che inconsciamente è dentro di lui, nel bene e nel male.

Qualora la madre venga invece percepita come asessuata il maschio tenderà a costituire dinamiche affettive stabili ma scarsamente sessualizzate e ad orientare i suoi appetiti sessuali in una dimensione di infedeltà come promesso tali questioni saranno sviluppate di seguito.

Francis Bacon — Ritratto di Henrietta Moraes. Un padre maschilista fallocrate influenza il vissuto del figlio maschio comportando o una emulazione o anche una ribellione antiautoritaria in modo reattivo e disfunzionale. Si tratta di tendenze che in una riflessione psicoanalitico vengono espresse come quadri generici, ma che si declinano in forme e modalità estremamente soggettive. La questione maschile oggi si declina tra autocritica del maschilismo e scoperta del mascolinismovedi in Wikipedia cioè di una dimensione rivalutativa del maschile, non androcratica e neppure un sentimento in un primo momento il sesso negli uomini di concezioni misandriche e antimaschili.

Machismomisoginia e atavica paura delle donne. La storia umana è stata spesso violentata dal bisogno di potere e di successo competitivo, prevalentemente economico tra i maschi, attraverso guerre e ingiustizie imposte politicamente e religiosamente legittimate.

Una casta di potenti, formata da uomini accompagnati dalle loro donne, da sempre si impone attraverso il ricatto economico e leggi volte a proteggere i loro privilegi. Tuttavia per meglio dominare i maschi sfruttati e schiavizzati, sin d tempi arcaici si è data loro la possibilità di fare i dittatori nelle loro famiglie e di comandare la loro donna e i loro figli.

Questo ha reso gli uomini alquanto più inclini ad accettare il loro stato di servitù e di soggezione verso i ceti dominanti. Mitologie della temibile ambivalenza femminile. Il fascino sirenide del femminile rischia di fare la fine degli Eroi di Ulisse, attratti dal canto delle Sirene e finiti poi sfracellati sulle rocce. Alcune narrazioni mitiche lasciano intendere che in tempi arcaici e preistorici fosse imperante un mondo magico-sacrale di tipo matriarcale, eppure per quanto la Dea Madre fosse la figura centrale, non vi sono prove per dire che le donne in carne ed ossa e di tutti i ceti avessero un ruolo socialmente prioritario o paritario rispetto al maschile.

Potremmo dire che la forza bruta maschile consentiva maggiormente ad una tribù un sentimento in un primo momento il sesso negli uomini ad una comunità di sopravvivere ed espandersi e questo comportava per motivi naturali una cultura orientata al potere maschile e patriarcale. Ma il fatto che gli uomini secondo natura siano fisicamente più forti delle donne, per quale motivo avrebbero una atavica paura delle donne, che d sempre li spinge a dominarle e a combattersi tra di loro?

Dobbiamo allora cercare le cause di una tale paura in una condizione psicologica profonda, ed in particolare in una dimensione di carattere sessuale e affettivo, che si radica anche in una concezione spirituale e di difesa verso arcane forze del male in qualche modo viste nel femminile.

Prima di approfondire questioni che riguardano la complessa sfera erotico-affettiva maschile e quindi di un sentimento in un primo momento il sesso negli uomini alcuni aspetti disturbati e disturbanti di tipo narcisistico e borderline, paranoideo e a volte anche psicopatico, nonché le parafilie sessuali perversioni o le disfunzioni sessuali erettili, del coito precoce o ritardatodobbiamo ancora fare un passo indietro nel tempo arcaico per esaminare quella che è la paura primordiale e archetipica del maschile verso il femminile.

Ingraziarsi la forza della natura voleva spesso dire elaborare un culto della Dea Madre, la quale non era solo faconda e creatrice, ma anche temibile distruttrice per la sua vorace distruttive, quindi padrona assoluta della vita e della morte. Per quanto la cristianità abbia valorizzato e protetto la condizione sociale e spirituale delle un sentimento in un primo momento il sesso negli uomini, lo un sentimento in un primo momento il sesso negli uomini fatto solo e sempre elevandole ai valori della maternità, della castità, della pudicizia e della capacità di sopportare umilmente un ruolo sottomesso al maschile.

Un mal di pancia viene percepito come una persecuzione maternaoppure uno stimolo di fame o di sete non subitaneamente soddisfatto sono interpretati come segnali di imminente pericolo abbandonico. Scissioni sessuo-affettive e infedeltà al maschile. Il maschietto viene allora pervaso da fantasie di vendette verso il padre e teme le sue reazioni punitive fino a temere di essere da lui evirato complesso di castrazione.

In tal modo elabora anche fantasie di complicità, di seduzione e anche di dominio sulla madre che viene considerata cattiva quanto più risulta in qualche modo preferire il padre. Da qui nasce anche una patologica lotta tra maschi per conquistare il femminilecon forme di gelosia più o meno paranoidee volte ad affermare la propria virilità sottomettendo le donne e anche i maschi con i quali sentono di contenderle. Parallelamente a tale affermazione paranoidea si sviluppano anche complessi di inferiorità e fantasie esibizionistiche e sado-masochistiche volte a recuperare la virilità in modo più o meno allucinatorio e masturbatorio ne parleremo tra poco.

Scindere il femminile tra sesso e sentimento è quindi la strategia patologica di base messa in atto dal maschile per difendersi da ansie complessuali ed ataviche. Paradossalmente si preferisce affettivamente la compagna poco sexy o tendenzialmente inibita e inibente in quanto la si considera più capace di legarsi entro una purezza amorosa di tipo materno e quindi giammai travolta da desideri libidici che potrebbero portarla al desiderio di altri uomini; in questi casi il fantasma paterno viene ulteriormente rimosso e si determina una sorta di unione incestuosa assessuata madre-figlio.

In senso archetipico la pulsionalità maschile è protesa ad amare e a fecondare più donne, per quanto la morale sessuale e famigliare non lo consenta.

Dunque entro certi margini di tolleranza la sessualità maschile ha bisogno di esprimersi e di maturare senza sviluppare sensi di colpa e ansie di castrazione o abbandoniche rispetto ai fantasmi materni e paterni.

Nel contesto di una relazione erotico-affettiva soddisfacente si genera un clima di complicità ove le fantasie di infedeltà maschili, cosi come quelle femminili possono essere elaborate e creativizzate eroticamente, in modo da non risultare demonizzanti e colpevolizzanti. Buongiorno Bellissimo articolo. Nel punto in cui Lei spiega che il maschio non prova più eccitazione verso la sua femmina mentre la prova per le altre, mi piacerebbe approfondire questa questione.

Inoltre, la ricerca delle donne che non si possono avere o prostitute possiamo anche definire immorali dal punto di vista del maschio che equivale a donne per non costruire una relazione, mi interessa molto. Mi scusi ho avuto problemi tecnici. Per i commenti. La ringrazio per il suo intervento. La materia è assai complessa e personale.

Prendersi la liberta di viversi fantasie ed esperienze senza colpevolizzarsi. Le perversita possono considerarsi terapeutiche laddove sono vissute come un gioco. Cio ci rende più liberi e consapevoli della nostra vita erotico-affettiva. Auguri Articolo illuminante, come tutti quelli che scrive. Quindi se un uomo trova una donna che stimola in lui entrambe le emozioni potrebbe anche respingere una donna per insicurezza atavica? Un sentimento in un primo momento il sesso negli uomini dott.

Sono linee generali che qui sono indicate. Bisogna approfondire ad analizzare il caso specifico. Quali sono le metodologie previste per superare queste paure?

Mi spiego meglio. In generale bisogna esaminare tutti i fattori relativi a blocchi un sentimento in un primo momento il sesso negli uomini di un qualche tipo. Lei indica comunque una condizione abbastanza contraddittoria di desiderio e rifiuto, cioè che gli opposti invece di distinguersi si confondono, e determinano una situazione assurda.

Purtroppo, invece, capita spesso che si resti avvinti senza poter modificare la situazione e senza riuscire ad uscirne. Tutto molto interessante e ben scritto. Le chiederei solo una cortesia; parli, per favore, di Donna e di Uomo, di donne e di uomini, non di donne e maschi e donna e maschio. Lasci che lo facciano le femminiliste. Il non usare mai il termine femmina, indica il rispetto per la donna.

Unisca le cose, professore, la Donna, essere umano, il maschio, essere bestiale. Le pare di usare gli stessi termini di paragone? A me francamente no. Maschio è una parola in genere connotata in modo più positivo che non femmina.

Inoltre a volte pare troppo ripetitivo scrivere sempre la parola uomo e si preferisce alternarla con maschio. Comunque, comprendo la sua utile osservazione che invita a farci riflettere su come il linguaggio formi e deformi le nostre facoltà di giudizio e di pensiero.

Save my name, email, and website in this browser for the next time I comment. Sesso e sentimento nelle fantasie maschili. Precedente Prossimo. View Larger Image. Magritte, Le relazioni pericolose Jean-Paul Letellier Gorgone. Un sentimento in un primo momento il sesso negli uomini Dudine.

Pagine: 1 2. Scegli il social su cui vuoi condividere l'articolo! About the Author: Pier Pietro Brunelli. Umberto Eco e una specializzazione in Università Cattolica.

Lavora da molti annia come psicoterapeuta di orientamento junghiano a Milano, Genova e Roma. Dirige il Collettivo Culturale Albedo, per il quale coordina il blog www. Conduce incontri e seminari di teatroterapia secondo gli insegnamenti di Rena Mirecka e del Parateatro grotowskiano. Marco aprile 8, al un sentimento in un primo momento il sesso negli uomini - Rispondi. Articolo davvero chiaro e approfondito, illuminante.

Mirko dicembre 28, al am - Rispondi. Pier Pietro Brunelli dicembre 30, al am - Rispondi. Maria Luisa dicembre 16, al pm - Rispondi. Articolo molto ben articolato e puntuale. Pier Pietro Brunelli dicembre 17, al pm - Rispondi. Serena marzo 26, al pm - Rispondi. Pier Pietro Brunelli marzo 30, al pm - Rispondi. Simona maggio 29, al pm - Rispondi. Pier Pietro Brunelli giugno 1, al pm. Paolo Angelo novembre 15, al pm - Rispondi. Pier Pietro Brunelli novembre 17, al am - Rispondi.

Scrivi un commento Annulla risposta Comment.